Massacro di sand creek - per non dimenticare




La civiltà occidentale che vuole educare  le altre civiltà, che squallido!




Questo non è il mondo che voglio



Insonnia bastarda!

Questo post lo dedico ai pensieri silensiosi che mi assordano nella notte: quando la tua mente interpreta le scene della giornata, dei giorni...  Spengo il pc, e pure la luce,  e chiudo gli occhi, dopo un po,  dopo un bel po di film mentali, nel buio cerchi il cellulare per guardare che ore sono, quando lo trovi noti che è passata più di un ora da quando ti sei infilato nel letto, a quel punto ti dimeni come le anguille, assumi tutte le posizioni possibili ed immaginabili in un arco di 20 minuti, e poi dopo aver guardato l'ora sul display del cellulare che ti ha risvegliato ancora di più; pensi che in un ora potevi fare tante cose. Insomma nel giro di un paio d'ore sei come un dopato che sta fermo...

E mi ricordo anche quando in una delle mie notti insonne; cercavo di riprendere il filo del pensiero, e poi come al solito: pensi a come sei arrivato a pensare a quello che stai pensando in quel momento! Ed ecco che ti spari nel cervello ''un film mentale'' tutti i pensieri che hai fatto durante la notte, e riesci persino ad arrivare al primo pensiero, e non smetti finché non arrivi a pensare a che cosa hai pensato quando ti sei infilato nel letto. Mio Dio che bastarda l'insonnia. Non so se si capisce qualcosa in questo post. Sapete che come al solito non ho dormito per tutta la notte.



 Devo trovare un rimedio o devo cambiare vita? Opto per la seconda! 
Buongiorno - zombie che cammina in arrivo!
Sono quasi le 7:30 vado a dormire almeno fino alle 09:00-10:00



Vivo di illusioni


Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei. viivi come credi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali, canta, ridi, balla, ama e vivi intensamente ogni momento della tua vita, prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi. E ricorda di fare quello che vuoi, e non quello che gli altri vogliono per te. Non prendere la vita troppo sul serio, tanto non ne uscirai vivo.

Disoccupato ben organizzato con i soldi di papà


Mi sono rotto le palle: di partire non posso partire, un lavoro non si trova.... Passo le giornate in giro e le nottate al pc. Si, è una pacchia, però una cosa è bella finché dura poco, poi diventa noiosa, e vecchia. E se  quella cosa noiosa e vecchia non muore la uccidi di persona. Se solo non avrei un qualcosa che mi trattiene in questo paese di M me ne sarei già andato, anzi sarei rimasto a Londra. Inutile dare spiegazioni tanto pochi di voi mi conoscono realmente. Convincersi che la vita è bella, finché un bel giorno non ti accorgi che fa proprio schifo.


E poi tutta questa storia della crisi non l'ho mai capita,
sicuramente è un invenzione di quei luridi banchieri.
Azz...Che mondo in rovina...



Only Time - L'albero della vita



Chi può dire dove finiscono le strade 
dove i giorni iniziano,solo il tempo 
e chi può dire se il tuo amore aumenta 
quando il cuore fa la sua scelta,solo il tempo. 

Chi può dire perchè il tuo amore rimpiange ciò da cui il tuo cuore è fuggito 
e chi può dire perchè il tuo cuore piange quando l'amore fa la sua scelta,solo il tempo 

Chi può dire se quando le strade s'incontreranno questo amore sarà nel tuo cuore 
e chi può dire quando i giorni finiscono se la notte trattiene tutto il tuo cuore 
La notte trattiene tutto il tuo cuore 

Chi può dire se il tuo amore aumenta quando il cuore fa la sua scelta 
-Solo il tempo 
E chi può dire dove finiscono le strade 
dove iniziano i giorni... 

Chi sa? solo il tempo...


Artista: Enya
Titolo: Only Time


Somewhere Over The Rainbow



Ok, questa è per Gabby

Da qualche parte sopra l'arcobaleno
proprio lassù, ci sono i sogni che hai fatto
una volta durante la ninna nanna
da qualche parte sopra l'arcobaleno
volano uccelli blu e i sogni che hai fatto,
i sogni diventano davvero realtà

un giorno esprimerò un desiderio
su una stella cadente
mi sveglierò quando le nuvole
saranno lontane dietro di me
dove i problemi si fondono come gocce di limone
lassù in alto, sulle cime dei camini
è proprio lì che mi troverai
da qualche parte sopra l'arcobaleno
volano uccelli blu e i sogni che hai osato fare,
oh perchè, perchè non posso io?

Beh vedo gli alberi del prato e
anche le rose rosse
le guarderò mentre fioriscono
per me e per te
e penso tra me e me
"che mondo meraviglioso!"

Beh vedo cieli blu e nuvole bianche
e la luminosità del giorno
mi piace il buio e penso tra me e me
"che mondo meraviglioso!"

I colori dell'arcobaleno così belli nel cielo
sono anche sui visi delle persone che passano
vedo degli amici che salutano
dicono "come stai?"
in realtà stanno dicendo "ti voglio bene"
ascolto i pianti dei bambini
e li vedo crescere
impareranno molto di più
di quello che sapremo
e penso tra me e me
"che mondo meraviglioso!"

un giorno esprimerò un desiderio
su una stella cadente
mi sveglierò quando le nuvole
saranno lontane dietro di me
dove i problemi si fondono come gocce di limone
lassù in alto, sulle cime dei camini
è proprio lì che mi troverai
da qualche parte sopra l'arcobaleno
ci sono i sogni che hai osato fare,
oh perchè, perchè non posso io? 




Artista: Israel Kamakawiwo'ole
Titolo: Somewhere Over The Rainbow

C'è un altro gioco da inventare


I bambini giocano alla guerra.
È raro che giochino alla pace
perché gli adulti da sempre fanno la guerra,
tu fai "pum" e ridi;
il soldato spara e un altro uomo non ride più.
È la guerra.
C'è un altro gioco da inventare:
far sorridere il mondo, non farlo piangere.
Pace vuol dire che non a tutti piace lo stesso gioco,
che i tuoi giocattoli piacciono anche agli altri bimbi
che spesso non ne hanno, perché ne hai troppi tu;
che i disegni degli altri bambini non sono dei pasticci;
che la tua mamma non è solo tutta tua;
che tutti i bambini sono tuoi amici.
E pace è ancora
non avere fame
non avere freddo
non avere paura.

( Bertolt Brecht )

Esseri in fuga continua da noi stessi


Non ci sarebbero problemi se le persone non volessero ad ogni costo imporre alla realtà quello che essi pensano che dovrebbe essere reale. Lo fanno filtrando la realtà e dandole una forma socialmente adatta ma poco o per niente conforme ai loro sentimenti più profondi. Questo accade per ignoranza e per paura. Molte persone preferiscono una vita adeguata ma irreale, se si intende per realtà quella del cuore, del sentimento. Se per realtà si intende avere un buon posto di lavoro, una buona posizione sociale, una famiglia e tutto il resto e se si segue questa idea pur non essendo consapevoli di noi stessi e di quella che è la nostra vera natura, si rischia di vivere una vita non nostra. Si può fare. Anzi, siamo incoraggiati continuamente a farlo. Ma questo non ci può portare alle profondità che potremmo raggiungere. In realtà, siamo esseri in fuga continua da noi stessi.


Se qualcuno vi giudica, vi disprezza, è pieno di malattie, è insoddisfatto, chiedetegli: "Di cosa hai paura?". Poiché la paura è la fonte di ogni sofferenza. 

David Ciolli

LA VITA - vivi e lascia vivere


Un uomo aveva 4 figli. Voleva imparassero a non giudicare le cose troppo velocemente. Così li mandò uno alla volta a osservare un albero molto distante da casa.
Il più grande andò in inverno,il secondo in primavera,il terzo in estate, il più giovane in autunno.
Quando tutti furono tornati chiese loro cosa avevano visto.
Il grande disse che l'albero era brutto, spoglio e ricurvo.
Il secondo disse che era pieno di gemme e promesse di vita.
Il terzo non era d'accordo; L'albero era pieno di fiori, profumato e bellissimo, era la cosa più bella che avesse mai visto.
Il più piccolo aveva un'opionione ancora diversa; L'albero era carico di frutti e pieno di vita e realizzazione.
L'uomo spiegò ai suoi figli che tutti avevano ragione, infatti avevano osservato solo una stagione della vita dell'albero.
Disse loro di non giudicare un albero o una persona solo in una stagione, e che l'essenza di ciò che una persona è, la gioia l'amore la realizzazione che viene dalla vita possono essere misurate solo alla fine quando tutte le stagioni sono complete.
Se ti arrendi quando è inverno, perderai la speranza che regala la primavera, la bellezza della tua estate, la realizzazione del tuo autunno.
............
Non lasciare che il dolore di una stagione distrugga la gioia di ciò che verrà dopo.
Non giudicare la tua vita in una stagione difficile.
Persevera nelle difficoltà, il meglio deve ancora venire.



Oggi so che questo si chiama AUTENTICITA’.
Quando ho cominciato ad amarmi davvero, 
ho capito com’è imbarazzante aver voluto imporre a qualcuno i miei desideri,
pur sapendo che i tempi non erano maturi e la persona non era pronta,
anche se quella persona ero io.
Oggi so che questo si chiama RISPETTO PER SE STESSI.
Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
ho smesso di desiderare un’altra vita
e mi sono accorto che tutto ciò che mi circonda é un invito a crescere.
Oggi so che questo si chiama MATURITA’.
Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
ho capito di trovarmi sempre ed in ogni occasione al posto giusto nel momento giusto
e che tutto quello che succede va bene. Da allora, ho potuto stare tranquillo.
Oggi so che questo si chiama RISPETTO PER SE STESSI.
Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
ho smesso di privarmi del mio tempo libero e di concepire progetti grandiosi per il futuro.
Oggi faccio solo ciò che mi procura gioia e divertimento,
ciò che amo e che mi fa ridere, a modo mio e con i miei ritmi.
Oggi so che questo si chiama SINCERITA’.
Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
mi sono liberato di tutto ciò che non mi faceva del bene: cibi, persone, cose, situazioni
e da tutto ciò che mi tirava verso il basso allontanandomi da me stesso,
all’inizio lo chiamavo “sano egoismo”,
ma oggi so che questo è AMORE DI SE’.
Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
ho smesso di voler avere sempre ragione.
E così ho commesso meno errori.
Oggi mi sono reso conto che questo si chiama SEMPLICITA’.
Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
mi sono rifiutato di vivere nel passato e di preoccuparmi del mio futuro.
Ora vivo di più nel momento presente, in cui TUTTO ha un luogo.
E’ la mia condizione di vita quotidiana e la chiamo PERFEZIONE.
Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
mi sono reso conto che il mio pensiero può rendermi miserabile e malato.
Ma quando ho chiamato a raccolta le energie del mio cuore,
l’intelletto è diventato un compagno importante.
Oggi a questa unione do’ il nome di SAGGEZZA DEL CUORE.
Non dobbiamo continuare a temere i contrasti, i conflitti
e i problemi con noi stessi e con gli altri,
perché perfino le stelle, a volte,
si scontrano fra loro dando origine a nuovi mondi.
Oggi so che QUESTO E’ LA VITA.

(Charlie Chaplin)



C'era una volta una coppia con un figlio di 12 anni e un asino; decisero di viaggiare, di lavorare e di conoscere il mondo, così partirono tutti e tre con il loro asino. 
Arrivati nel primo paese, la gente commentava: "guardate quel ragazzo quanto è maleducato; lui sull'asino e i poveri genitori, già anziani, che lo tirano". Allora la moglie disse a suo marito: non permettiamo che la gente parli male di nostro figlio. Il marito lo fece scendere e salì lui sull'asino.
Arrivati al secondo paese, la gente mormorava: "guardate che svergognato quel tipo; lascia che il ragazzo e la povera moglie tirino l'asino, mentre lui vi sta comodamente in groppa". Allora, presero la decisione di far salire la moglie, mentre padre e figlio tenevano le redini per tirare l'asino. 
Arrivati al terzo paese, la gente commentava: "Pover'uomo! Dopo aver lavorato tutto il giorno, lascia che la moglie salga sull'asino, e povero figlio, chissà cosa gli spetta, con una madre del genere". Allora si misero d'accordo e decisero di sedersi tutti e tre sull'asino per cominciare nuovamente il pellegrinaggio. 
Arrivati al paese successivo, ascoltarono cosa diceva la gente del paese: "sono delle bestie, più bestie dell'asino che li porta; gli spaccheranno la schiena". Alla fine, decisero di scendere tutti e camminare insieme all'asino. 
Ma, passando per il paese seguente, non potevano credere a ciò che le voci dicevano ridendo: "guarda quei tre idioti; camminano, anche se hanno un asino che potrebbe portarli".
Conclusione: ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei. viivi come credi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali, canta, ridi, balla, ama e vivi intensamente ogni momento della tua vita, prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi. E ricorda di fare quello che vuoi, e non quello che gli altri vogliono per te.

Buon 11/11/11 a tutti!!!


 Data misteriosa e affascinante 
oggi solo pensieri positivi




Oggi sono andati tutti al cimitero - Cimiteri inglesi


Ieri e oggi è stato il giorno in cui si ricordano le persone defunte.
Per me non ha molto senso andare al cimitero, se quelle persone non ci sono più, cosa ci vai a fare al cimitero? E' solo un corpo senza vita, e tra un po nemmeno il corpo ci resterà. Criticatemi quanto volete ma è una cosa senza senso. SI lo so, convincere certe persone è solo come parlare ad un credente accanito che ha una fede senza pensare.

Vi ho già parlato dei cimiteri inglesi?
Credo di no.

Ci sono stato, sapete che i cimiteri inglesi hanno un certo fascino? Forse no, forse sono io che sono strano, o forse li ho visti in qualche film e mi fanno uno strano effetto...

I cimiteri inglesi sono una cosa unica, mentre in america come in Italia si resta in silenzio e non si deve parlare perché ci sono morti che riposano ecc ecc... 
Nei cimiteri Inglesi c'è gente che mangia, che corre, gente a spasso con il cane senza guinzaglio che fa pipì sulle lapidi vecchie e rotte, altra gente che legge libri  o giornali, e persino bambini che giocano!

Forse sono capitato in un cimitero molto vecchio, dove il rispetto per i morti è andato perduto, oppure quel cimitero era talmente grande che c'erano posti inquietanti e altri posti molto popolati e solari, comunque sia, mi è sembrata una cosa fantastica e stravagante.


Ci sono anche le panchine per sedersi, i vecchietti che ti danno il good morning, e i bambini che si rincorrono, una cosa assurda, nemmeno nei film si vedono certe scene.

E poi ci sono posti molto cupi, dove le piante ricoprono alcune delle tanti lapidi, stile film Americani.

Però dal vivo fanno veramente paura, poi quando si è da soli in un cimitero enorme, e dove le stradine diventano cupe, le tombe ti circondano, e ci sono dalle enormi piante che coprono la vista, e quando intravedi una persona speri che non sia un fantasma o un delinquente...


Nella prima foto si può notare la donna che corre  '' a destra quella cosa blu-azzurra, se ingrandite la foto si vede bene''... E poi a sinistra, molto lontano: una panchina, con un uomo e un bambino che mangiano... Nell'ultima c'è un ragazzo su una panchina che legge... Io preferivo leggere a Green Park, ma sono solo inutili e insignificanti particolari.

I cimiteri inglesi sono pura normalità!
Fantastici.

Pasolini un mito che non c'è più


A proposito delle vita, quella puttana che tutti ci vanno e nessuno la ama! C'è chi se ne innamora, chi la odia, e chi semplicemente rifiuta il pensiero che è propio una puttana. 

Ricordiamo che oggi 2 novembre ci lasciava il grande Pasolini, un mito unico della storia italiana.


Halloween?

Sono appena tornato a casa. 


Ubriaco più che mai. 
Benvenuto inverno!
Bye Halloween.
Festa satanista.

Visualizzazioni totali

abcs